Sembra sia proprio vero, gli scimpanzè e i delfini sono in grado di comunicare come noi!

Sono straordinarie le storie di Washoe e Kanzi  due scimpanzè in grado di utilizzare il linguaggio gestuale dei sordomuti e persino la scrittura. Circa 50 anni fa a  Washoe è stato insegnato l'alfabeto dei sordomuti, la scimmia era in grado di utilizzare con sicurezza alcune decine di parole. Lo scimpanzè Kanzi non è mai stato addestrato, ma quando era molto piccolo ogni giorno alla mamma veniva impartita una lezione per utilizzare una tastiera e il piccolo scimpanzè, che era presente, ha imparato il meccanismo e si è infine rivelato un vero genio nell'utilizzare quel linguaggio. per esempio l'istruttrice scrive il nome di un oggetto con la tastiera, e poi mostra a Kanzi delle fotografie. Kanzi sceglie la foto dell'oggetto scritto dall'istruttrice.

E i delfini?

 Alle Hawaii si eseguono esperimenti particolari, basati sul linguaggio, con i delfini. Il fine di questi esperimenti è la comprensione e non parlare. Il linguaggio usato è quello dei gesti. Si utilizzano i nomi degli elementi che vengono messi nella piscina dei delfini, come ad esempio: pallone, cesto, quadrato, canna e i gesti che indicano azioni come: lancia, salta, porta, va, metti.  L'istruttore con una maschera sugli occhi per non dare suggerimenti involontari al delfino impartisce un ordine utilizzando una serie di gesti e il delfino esegue l'ordine. Il fatto eccezionale in questi esperimenti è che il delfino capisce frasi anche se dette per la prima volta. Il vocabolario del delfino comprende solo 30 parole che però si possono combinare in più di 1000 modi diversi. Sia scimpanzè sia delfini sembrano dunque dimostrare capacità eccezionali anche se non si deve dimenticare che negli oceani e nelle giungle ne i delfini ne gli scimpanzè hanno bisogno di linguaggi del genere per sopravvivere.

Per saperne di più:

Si può... sapere di più, Gaia edizioni

LA TUA REAZIONE?

Conversazioni Facebook